Main Page Sitemap

Sconto di legge farmaci fascia c


sconto di legge farmaci fascia c

non esistono. 21 SET - Alla luce delle recenti innovazioni normative in materia di sconti sul prezzo al pubblico dei medicinali, la Federazione ritiene utile fornire un breve riepilogo delle nuove disposizioni introdotte con le recenti manovre economiche del Governo. Pertanto le farmacie possono praticare sconti su tutti i prodotti e su tutti i medicinali pagati direttamente dai clienti (quindi anche medicinali di fascia A purché venduti in regime privato dandone adeguata preventiva informazione alla clientela e praticando le medesime condizioni a tutti gli acquirenti. Carte di fedeltà - applicare alla vendita di farmaci modalità promozionali quali la vendita 3x2 (cfr nota Ministero della sconto cambiali intesa san paolo Salute.2.2012- circolare federale 7930). 223/2006 (convertito nella Legge 248/2006 la possibilità di praticare liberamente sconti sui prezzi al pubblico su tutti i medicinali di fascia C, purché gli sconti siano esposti in modo leggibile e chiaro al consumatore e siano praticati a tuttigli acquirenti. Non è invece consentito: - realizzare sistemi di fidelizzazione dei clienti che comportino discriminazioni fra gli stessi nellapplicazione degli sconti sullacquisto dei farmaci (es.

Margini e Sconti - Federfarma



sconto di legge farmaci fascia c

Sconto di legge farmaci fascia c
sconto di legge farmaci fascia c

Professionalita senza, sconti (perchè in questa farmacia non si fanno sconti sui farmaci di classe C, ma si privilegia la professionalità). Il farmacista è sempre disponibile per cercare gli equivalenti e segnalare i prezzi pi bassi: è disponibile ad impiegare il suo tempo a dare tutte le spiegazioni del caso, anche se spesso il paziente non si fida, o non riconosce la confezione. Si "scannino" da soli, i farmacisti, facendosi concorrenza tra loro e con gli altri esercizi commerciali. Come chiarito dal Ministero con nota del.3.2012, la circostanza che al suddetto articolo 11 non sia ribadito lobbligo che gli sconti da esso previsti siano praticati a tutti i clienti non consente di desumere che non sussista lobbligo di praticare tali sconti a tutti. Il paziente non "deve" acquistare a proprio piacimento la medicina che costa di meno, ma ha bisogno di quel farmaco che il medico di fiducia gli ha prescritto perché è il pi utile ed efficace per la sua salute. 11 del DL 1/2012 convertito nella L 27/2012 (c.d. Gli aumenti dovranno avvenire esclusivamente il gennaio degli anni dispari.

Per chi, come me, ha sempre vissuto la professione come una vocazione e ha dedicato tutta la vita al servizio della salute della gente, questo decreto-legge sullo sconto sui farmaci è una vera doccia fredda. E chi paga poi tutti questi generici? 223/2006 il prezzo viene liberamente determinato da ciascun distributore (farmacia, parafarmacia, GDO) e posto sulla confezione in modo leggibile e chiaro. Questo prezzo pu essere aumentato solamente nel mese di gennaio di ogni anno dispari e il farmacista dovrà aggiornarlo sulla confezione del farmaco prima che il medesimo venga consegnato al paziente.


Sitemap